Skip Navigation Links

È iniziata l’indagine 2017 sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati

Al via la XII Indagine AlmaDiploma: le risposte forniranno lo scenario sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati ad 1, 3 e 5 anni dal titolo di studio.

E’ iniziata la XII Indagine AlmaDiploma sulla condizione occupazionale e formativa dei diplomati che riguarda quasi 93.000 diplomati di 484 istituti, intervistati ad uno, tre e cinque anni dal conseguimento del titolo di studio.

La rilevazione approfondisce le modalità e i tempi di inserimento nel mondo del lavoro e della formazione universitaria e rappresenta quindi per i diplomati un’importante occasione per far sentire la loro voce.

La documentazione prodotta fornirà alle scuole informazioni utili per misurare la propria efficacia esterna e migliorare la propria offerta formativa e le politiche di orientamento post-diploma.

L’Indagine, che si svolge nel pieno rispetto della legge sulla privacy, si articola in due fasi:

  • Intervista CAWI (Computer Web-Assisted Interview) dal 3 luglio all’8 ottobre;
  • Intervista CATI (Computer Telephone-Assisted Interview) dal 9 ottobre al 12 novembre;

Qualora qualche diplomato chieda informazioni o segnali problematiche, invitiamo le scuole a suggerire ai ragazzi di scrivere una mail all’indirizzo occupazione2017@almadiploma.it.





Tutela dati personali
Nuovo recapito email dedicato.
L’identikit dei diplomati 2017 della Regione Liguria
L’Associazione di scuole AlmaDiploma, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale della Liguria, ha presentato giovedì 8 marzo a Genova i risultati dell’Indagine sul Profilo dei diplomati 2017 della Regione.
Comunicato stampa
Pubblicato il Rapporto 2018 sulla Condizione occupazionale e Formativa dei diplomati
Sono on-line gli esiti a distanza dei diplomati del 2016 e del 2014 intervistati tra luglio e novembre 2017.
Comunicato stampa | Indagine
XV Convegno AlmaDiploma - Roma, 19 dicembre 2017
Educazione alla scelta e orientamento. Nuove prospettive e nuovi strumenti per la scuola secondaria di I e II grado".
Comunicato stampa | Indagine